splash_decarli.jpg

I FOLLETTI DEI FIORI PDF Stampa
Indice articolo
I FOLLETTI DEI FIORI
Vera Villaschi e Anna Merli
Assolutamente Vera

Vera Villaschi e Anna Merli


-Vera Villaschi (Cremona: 1989 – 1999) trova nel disegno e nella scrittura i linguaggi naturali e tipici della sua età per esprimere le proprie fantasie e rappresentare la scoperta del mondo e della vita.
Sin dai primi anni, Vera mostra un notevole e precoce talento grafico, che utilizza nei modi più diversi per realizzare un gran numero di illustrazioni, fumetti e giochi. La malattia che la colpisce prematuramente ostacola il naturale corso degli studi. Grazie ai genitori e ad alcuni maestri particolarmente sensibili, Vera riceve comunque un’educazione adeguata, avendo così anche l’opportunità di sviluppare ulteriormente le proprie doti grafiche.
Dei suoi lavori, Antonio Faeti (scrittore, studioso, già ordinario di Storia della Letteratura dell’Infanzia, presso l’Università di Bologna e oggi docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna) ha scritto:

    …Ecco, sì, sono i primi disegni di un bambino, anzi di una bambina, non se ne dubita, lo si capisce subito. Però nei contorni, nella scansione delle proporzioni, nei segni di contorno, nel rapporto costantemente stilistico tra oggetto e raffigurazione, nel porgersi diciamo pure estetico, comunque emozionale di queste opere, c’è qualcosa di specifico. Con questa considerazione siamo già prossimi all’unicità di Vera, procediamo solo con lei. Perché Vera ci sorride, ci prende per mano, e attraversa con noi la vastità delle domande che, fin dall’approccio solitario e genaile del nostro Corrado Ricci, nel 1885, ci spinge a considerare del tutto irrisolto l’insieme dei problemi che lui vide già presenti nell’arte dei bambini. Quanto vale l’innatismo, quanto l’acculturazione, quanto l’ambiente, quanto i condizionamenti, quanto valgono le prospettive di indagine più volte indicate? Per fortuna l’ermeneutica è da considerarsi sempre aperta….

(da Schizzo 10 “Idee”, giugno 2002)
 

-Anna Merli nasce a Cremona nel 1974. Ha frequentato il Liceo Arstistico Statale di Piacenza, dove si è diplomata nel 1993. Ha poi frequentato l'Istituto Superiore di Design di Milano, dove, nel 1998, ha conseguito il Diploma di Illustratore per l'infanzia. Nel 1995 partecipa al progetto Lynzack, un nuovo personaggio umoristico promosso presso le fiere specializzate. Nel 1999 ha vinto il concorso provinciale per esordienti di Cremona, con la storia "Piccolo aiutante di Babbo Natale", poi pubblicata sia su Bolle che su Schizzo Immagini. La collaborazione con il Centro Fumetto "Andrea Pazienza" è poi proseguita con la realizzazione di illustrazioni di vario genere (tessera per i soci, volantini promozionali della biblioteca, pieghevole mostra sui dinosauri – assieme a Marco Spadari), la conduzione di laboratori e la produzione di alcuni minicomics nell'ambito delle iniziative del circuito Attraversarte.
Dal 2000 collabora con la Walt Disney Italia, dopo averne frequentato l'Accademia. In questi anni, ha realizzato le versioni a fumetti di successi cinematografici della casa madre, come Monster & Co, Lilo & Stich e Pimpi piccolo grande eroe.
E' quindi entrata a far parte dello staff del seriale W.I.T.C.H., gruppo di personaggi creato e prodotto in Italia e tradotto in decine di paesi stranieri.
L'autrice, dotata di un tratto originale e sensuale, coltiva anche propri progetti. Uno di questi, la versione a fumetti della fiaba “La strega” di Mario Lodi sulla televisione, che uscirà questa primavera sulla rivista Schizzo Idee & Immagini. Altri progetti riguardano il mercato estero e vedranno la luce nei prossimi mesi. In particolare, una serie di volumi per la Francia, scritti dalla sceneggiatrice Barbara Canepa (W.I.T.C.H. e Sky Doll).