splash_nicoz.jpg

I LOVE FUMETTI - SI INIZIA IL 5 OTTOBRE! PDF Stampa

ilovepazienzaflyer

 "I LOVE FUMETTI"
SABATO 5 OTTOBRE INIZIA LA GRANDE MOSTRA EVENTO PER I 25 ANNI DEL CFAPAZ


All'inaugurazione saranno presenti il regista Giancarlo Soldi, il Direttore della Bonelli Mauro Marcheselli, il critico e storico Giulio Cesare Cuccolini, l'autrice Anna Merli, il mitico Sergio Tarquinio e tanti altri!

I LOVE FUMETTI
AL CENTRO DA 25 ANNI

eventi e mostre per i 25 anni del Cfapaz
a cura del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”
Cremona, 5-27 ottobre 2013

in collaborazione con il Comune di Cremona

RIFERIMENTI
Cremona, Santa Maria della Pietà
5-27 ottobre 2013
http://www.cfapaz.org

Orari di apertura:
merc.-ven. 10.00-13.00 e 15.00-19.00
sab.-dom. 10.00-13.00 e 14.30-19.00.

Lunedì e martedì chiuso.

Ingresso: 5,00 euro - ridotto 3,00 euro
Bambini sino a 12 anni ingresso gratuito

Inaugurazione: sabato 5 ottobre ore 17.00 autorità - 17.30 pubblico

PREMESSE: UNA STORIA E UN PRESENTE
Nell’ottobre del 1988 viene inaugurato il Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, una vera e propria casa del fumetto rivolta non solo agli appassionati del settore ma anche ai giovani del territorio. Da allora sono state realizzate tantissime iniziative, dal sostegno ai nuovi autori alla promozione della lettura attraverso la fornitissima biblioteca. Il progetto fu avviato dal Comune di Cremona, con il Progetto Giovani, e da Arcicomics, che gestirono la struttura in regime di convenzione sino al 2001. Quindi il Centro si costituisce in Associazione, raccogliendo l'ulteriore partecipazione della Provincia di Cremona e dei Comuni di Crema e Casalmaggiore.
Il Centro svolge un ruolo importante nella diffusione del fumetto come cultura, ed è un punto di riferimento locale e nazionale. L’attività è ampia e comprende promozione della lettura, produzione di opere, didattica, formazione, eventi, ricerca e collaborazioni con enti e istituzioni, dal Distretto Culturale della Provincia di Cremona al Festival Napoli Comicon, e con soggetti editoriali come Sergio Bonelli Editore.
Dopo 25 anni, il Centro Fumetto, conosciuto anche come Cfapaz, continua a essere protagonista della scena fumettistica e molte novità sono in preparazione, a cominciare dalle doverose celebrazioni dell’anniversario!


LA MOSTRA

I Love Fumetti” è una mostra evento che celebra il fumetto come passione, mezzo d’espressione, linguaggio artistico e intrattenimento intelligente. Si propongono tre diverse sezioni per rappresentare i tratti distintivi del Cfapaz e alcuni momenti straordinari della storia del fumetto mondiale.
Riconoscendo il venticinquesimo anniversario dell’apertura del Centro, il numero 25 sarà una sorta di numero aureo di tutta l’esposizione che prevede tre sezioni:

mostra di tavole originali dalla collezione Nahmias a copertura di un secolo di fumetto;
omaggio ad Andrea Pazienza
Futuro Anteriore: dalla quadricromia alle arti.

Tavole originali dalla collezione Nahmias
La collezione Nahmias è costituita da tavole originali di grande interesse storico e artistico. Per tavole originali si intendono i disegni realizzati dai fumettisti in modo che possano essere riprodotti tipograficamente. Dunque, a differenza delle versioni definitive, note ai lettori, gli originali possono differenziarsi per dimensione, intensità dei neri e dei colori, assenza di elementi grafici quali le nuvolette, e altri dettagli la cui scoperta può fare felici gli appassionati.
I proprietari degli originali in mostra, da sempre sostenitori del Cfapaz, hanno costruito negli anni una collezione entusiasmante, con tavole a fumetti di veri e propri mostri sacri come Jack Kirby, Frank Miller, Bill Sienkiewicz; di autori che hanno fatto la storia del fumetto mondiale a cominciare dalle origini, come Winsor McCay, George Herriman, Will Eisner e Carl Barks. Notevole anche la presenza di autori italiani come Antonio Rubino, Jacovitti, Luciano Bottaro, Guido Crepax e Andrea Pazienza.
Grazie alle opere di questi artisti, i visitatori potranno viaggiare attraverso tutti i tipi di fumetto, dalle tavole domenicali dei giornali statunitensi a quelle del Corriere dei Piccoli, dalle celeberrime strips umoristiche ai più nostrani albi a striscia, dai comic book dei supereroi agli albi avventurosi della nostra editoria popolare.
C’è un altro elemento che renderà questa mostra unica nel suo genere: le centoventicinque tavole selezionate saranno protagoniste di un evento partecipativo forse mai visto prima. Ogni tavola avrà un differente curatore che parlerà del proprio personale rapporto con quell’opera.
Quindi centoventicinque curatori! Che saranno individuati tra gli autori lanciati dal Cfapaz negli anni, tra coloro che sono diventati addetti ai lavori, tra chi ha prestato volontariato o è stato un assiduo frequentatore delle attività. Così accanto a curatori famosi e noti nel settore ci saranno anche commentatori sconosciuti, ma sicuramente in grado di far sentire ai visitatori l’importanza e il significato delle opere esposte.

Qualche numero sulla mostra “I Love Fumetti”:
130 pezzi

125 tavole

5 doppie pagine: Tex, Alan Ford, Pazienza, Cocco Bill, Will Eisner

101 B/N

17 colorate

7 retrocolorate

2 Anni ’00 - 2 Anni ’10 - 3 Anni ’20 - 8 Anni ’30 - 9 Anni ’40 - 10 Anni '50
27 Anni ’60 - 16 Anni ’70 - 21 Anni ’80 - 16 Anni ’90 - 10 Anni 2000 - 1 Anni 2010

103 autori
16 autori con due tavole in mostra
4 autori con tre tavole in mostra: Eisner, McCay, Pratt e Sienkiewicz
1 autore con quattro tavole in mostra: Magnus
10 nazionalità autori: USA, Italia, Belgio, Francia, Germania, Giappone, Argentina, Canada, Danimarca, Inghilterra

Tanti i grandi sceneggiatori autori delle storie: Stan Lee, Alan Moore, Alfredo Castelli, Mino Milani, Hector Oesterheld, Frank Miller, Max Bunker, Guido Martina, Cesare Zavattini, Brian Azzarello, Kurt Busiek, Guido Nolitta, Claudio Nizzi, Gialuigi Bonelli, Jeph Loeb e altri ancora. Molte tavole sono state scritte e disegnate dallo stesso artista. 2 regole: no copertine e no illustrazioni, solo tavole 3 eccezioni: copertina di Chris Ware, ma vignettata, la pagina preliminare di Bonfatti e la vignettona singola di Forest

1 tavola nascosta: editorial cartoon di McCay sul retro di Rarebit Fiend

Andrea Pazienza: ritratti
Il Centro è intitolato ad Andrea Pazienza poiché fu fondato a pochi mesi dalla scomparsa del geniale autore, avvenuta nel giugno del 1988. Una scelta giustificata dalla straordinaria impronta artistica lasciata dall’autore pugliese (anche se nato a San Benedetto del Tronto), che ancora oggi gode di un vasto seguito di lettori. In collaborazione con Isabella Damiani si propongono diciannove fotografie (la maggior parte inedite) per ricordare il lato umano di Andrea Pazienza, il suo essere persona prima ancora che autore apprezzato da critica e pubblico. Accompagneranno la mostra documenti e pubblicazioni al fine di ripercorrerne la parabola artistica evidenziandone il talento e la creatività.

Futuro Anteriore: dalla quadricromia alle arti
Il Cfapaz è anche una vera e propria fucina di nuovi autori. Mentre l’esperienza della rivista «Schizzo» andava esaurendosi per tradursi in nuove iniziative editoriali destinate ai fumettisti locali, il Centro ha avviato una progettualità specifica con il Festival Napoli Comicon attraverso Futuro Anteriore, rassegna annuale che si tiene nei giorni del Salone napoletano e che presenta alcuni dei più interessanti emergenti a livello nazionale. In questa occasione vengono esposte per la prima volta a Cremona le ultime sette edizioni, dedicate alla quadricromia e alle arti della musica, della letteratura e dall’architettura. Il pubblico potrà ammirare ben sessantasette talenti del fumetto italiano, “catturati” nel momento in cui hanno cominciato a farsi strada.
Una mostra necessaria, per evidenziare come dopo i grandi classici del passato il fumetto abbia un presente e un futuro.

Infine...
Saranno esposti anche materiali e documenti relativi ai venticinque anni di attività della struttura, dalla biblioteca ai corsi, dalla mostra mercato Nuvole a Cremona alla rivista «Schizzo», dai concorsi esordienti alle numerose collaborazioni in tutti i settori. La mostra-evento prevede anche ulteriori iniziative pubbliche di approfondimento su vari temi, attraverso incontri, convegni e altri tipi di eventi.

CATALOGO DELLA MOSTRA
Il catalogo I Love Fumetti è un album formato speciale cm 34 x 30 che pubblica in 144 pagine tutte le tavole originali della collezione Nahmias in mostra (commentate dai 125 curatori) ed una selezione dei ritratti fotografici di Andrea Pazienza ad opera di Isabella Damiani. Stampa a colori e b/n. Prezzo di copertina euro 25,00 scontato in mostra a euro 20,00.


L’AUTORE DEL MANIFESTO

L’immagine ufficiale della comunicazione che affiancherà il logo della mostra “I Love Fumetti” sarà un’illustrazione di Manuele Fior. Nato a Cesena nel 1975, si segnala già nel 1994 vincendo il primo
premio alla “Bienal do Juvenes Criadores do Mediteraneo” di Lisbona – settore fumetto. Dopo la laurea in Architettura a Venezia nel 2000, si trasferisce a Berlino, dove lavora fino al 2005 come fumettista, illustratore e architetto.
Nel 2001 inizia la collaborazione con la rivista Plaque dell’editore tedesco Avant-Verlag, e comincia una fitta produzione di storie corte a fumetti scritte dal fratello Daniele, apparse su Black, Bile Noire, Stripburger, Forresten, Osmosa. Neil Swaab, Mr. Wiggles, 2000 Chris Ware, Drawn & Quarterly Anthology, 2000 La prima graphic novel è “Les Gens le Dimanche” – Atrabile 2004;
seguono poi “Rosso Oltremare” – Coconinopress 2006 (Premio Attilio Micheluzzi, Miglior Disegno per un Romanzo Grafico, Comicon 2006); “La Signorina Else” – Coconinopress 2009, una storia tratta dal romanzo di A. Schnitzler che ottiene il Prix de la ville de Genève 2009.
Ma è con il libro “Cinquemila Chilometri Al Secondo” – Coconinopress 2010 che riceve il più ambito premio europeo, il Fauve d’Or come miglio album al Festival Internazionale di Angoulême nel 2011. Un riconoscimento che lo vede affiancarsi ai soli altri sei autori italiani premiati dal prestigioso festival d'oltralpe in 40 edizioni: Hugo Pratt, Milo Manara, Attilio Micheluzzi, Vittorio Giardino e Gipi. Non va però dimenticato che “Cinquemila Chilometri Al Secondo” già nel 2010 aveva permesso a Fior di aggiudicarsi il Premio Gran Guinigi – Autore Unico al Festival di Lucca, la più importante vetrina italiana.

Collabora con le sue illustrazioni per The New Yorker, Le Monde, Vanity Fair, Feltrinelli, Einaudi, La Repubblica, Sole 24 Ore, Edizioni EL, Fabbri, Internazionale, Il Manifesto, Rolling Stone Magazine, Les Inrocks, Nathan, Bayard, Far East Festival.

Manuele Fior vive a Parigi.

COLLABORAZIONI E PATROCINI
Enti soci Centro Fumetto (Comune di Cremona, Provincia di Cremona, Circolo Arcicomics)
Distretto culturale della provincia di Cremona
Napoli Comicon
Eredi Pazienza
Lucca Comics&Games

SPONSOR TECNICI
Mauri Arte Grafica
Studiolo
Italiana Assicurazioni (Cremona)
Fiscal Sar