splash_misesti.jpg

DYLAN DOG 25. IL MITO DI UNA GENERAZIONE A SALERNO COMICON PDF Stampa

bruno-brindisi-dylan-con-pistola-matita-blu-e-pennarello.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOCUMENTI DA PAURA...

Salerno Comicon e Cfapaz festeggiano insieme i 25 anni di Dylan Dog e la passione di generazioni di fans che hanno scoperto e seguito le avventure dell'Indagatore dell'incubo. La neonata manifestazione campana allestirà nei giorni della manifestazione una variante "personalizzata" del progetto di mostra realizzato dal Centro Fumetto "Andrea Pazienza" a Cremona lo scorso maggio, che ha fatto tappa anche a Pegognaga (MN) in queste settimane. Ancora una volta, il ruolo attivo dei collezionisti e degli appassionati, consente di realizzare un evento di forte impatto. La sezione principale di originali si deve alla collaborazione di Pietro Balzano. Qui le info per ora disponibili http://www.comicon.it/salerno/2011/11/le-mostre-di-salerno-comicon/

A corredo della selezione di tavole realizzate dalla nutrita scuola salernitana, il Cfapaz mette a disposizione del pubblico alcuni documenti molto interessanti, che raccontano la nascita del personaggio. Il materiale in visione proviene dagli archivi del Centro Fumetto e dalla notevole collezione di Marco Cortellazzi. I documenti consentono di apprezzare la chiarezza e l'efficacia del lavoro creativo di Sclavi e della redazione. Così come le pagine delle sceneggiature, sempre essenziali eppure straordinariamente evocative. Molto interessanti anche le istruzioni fornite agli autori, precise, eppure accompagnate da battute e strizzatine d'occhio ai disegnatori.

L'elenco dei documenti comprende:

- Il leggendario dossier destinato ai primi disegnatori della serie.
- Tre tavole di prova di Luca dell'Uomo. La stessa sequenza era già stata assegnata a Ernesto Grassani e Giuseppe Montanari per l'albo n. 3, Le notti della luna piena.
- Alcune fotocopie delle matite del primo numero "La notte dei morti viventi". Sono state abbinate anche pagine della sceneggiature e copie delle tavole definitive pubblicate.
- Il primo comunicato stampa, datato 10 settembre 1986.
- Il dossier con la presentazione dei primi episodi e l'anticipazione di alcune tavole.  

Arrivano a Salerno anche le pubblicazioni prodotte in occasione dell'allestimento della mostra a Cremona, avvenuto lo scorso maggio. Innanzitutto il catalogo, con una selezione di originali provenienti dalla collezione Cortellazzi. E poi due volumi che raccolgono altrettante sceneggiature di celebri albi: Memorie dall'invisibile, riedizione del volumetto dato agli abbonati del Cfapaz tra il '95 e il '97, e La casa degli uomini perduti, prima rimasta inedita. Infine sono disponibili otto cartoline che riproducono altrettanti disegni dedicati dai vari autori della serie a Cortellazzi.  

Grazie alla collaborazione laboriosa degli appassionati e il costante lavoro di divulgazione e ricerca del Cfapaz, è possibile celebrare come merita un anniversario importante per tutto il fumetto italiano.