splash_morri.jpg

UNA LUCCA CONFORTANTE PER IL CENTRO FUMETTO "ANDREA PAZIENZA" PDF Stampa

pic_2052.jpgACCOGLIENZA POSITIVA PER LE PUBBLICAZIONI E GLI AUTORI DEL CFAPAZ.

RICONOSCIUTO IL RUOLO FONDAMENTALE DELLA NOSTRA BIBLIOTECA.

GRANDE SUCCESSO PER LA SELF AREA!

Lucca Comics & Games è riuscita nell'impresa di stracciare il precedente record di visitatori. L'organizzazione ha comunicato 140.000 presenze, come se una nuova città si fosse aggiunta a quella esistente, quasi raddoppiando la popolazione residente pari a 87.000 persone circa. Rispetto all'anno scorso, l'organizzazione ha anche saputo migliorare visibilmente l'agibilità della manifestazione, accogliendo anche alcuni dei suggerimenti avanzati da pubblico e addetti ai lavori, anche nostri ci permettiamo di dire. Il dibattito sulla manifestazione e sul suo futuro è aperto. Basti leggere i due interventi che riportiamo in una news più sotto, on line su loschermo.it , il giornale web di Lucca. Ma sono tantissimi i blog e i siti che stanno pubblicando resoconti e opinioni.

L'organizzazione dunque è molto cresciuta. Gli eventi sono stati numerosissimi. Anche i ritorni commerciali sono stati soddisfacenti, se non eccellenti. Rimane però ancora in discussione il binomio comics & games, croce e delizia della manifestazione. In particolare sul fronte della comunicazione non è facile per gli editori valorizzare le proprie produzioni. E' anche complesso aproffittare dell'occasione per tessere relazioni e costruire progetti. In una manifestazione che ormai dà visibilità e consente di raccogliere risorse e profitti consistenti, proprio la comunicazione e la progettazione diventano più complessi. In rete si riporta l'insoddisfazione personale dell'editore Sergio Bonelli verso una manifestazione in cui non si riconosce più. Non è più il fumetto l'ingrediente centrale. Effettivamente sono la spettacolarizzazione e il mercato a cielo aperto due degli ingredienti principali. Ma anche il protagonismo di massa, esteso al parossismo. A Lucca si può essere protagonisti come autori, addetti ai lavori, editori. Ma anche come cosplayer! E anche come lettori, nel momento in cui si conquista la dedicace o si parla con il proprio idolo. Forse il segreto di questa Lucca Comics & Games sta proprio nel diffuso protagonismo che coinvolge ed esalta decine di migliaia di persone, soprattutto giovani. Per apprezzare la manifestazione bisogna comprenderne l'essenza aggregativa, oltre che l'importanza commerciale. Occorre riconoscere anche che siamo di fronte a qualcosa di molto diverso da un Festival del Fumetto e dunque tenerne conto.

n questo contesto, non è facile per il Centro Fumetto "Andrea Pazienza" ricavare spazio e attenzione. Ma il bilancio è comunque positivo. Lo stand dedicato all'attività del Cfapaz è piaciuto. Le nuove pubblicazioni, soprattutto i Cartigli, sono stati bene accolti. Tanti autori hanno mostrato i loro book. Alcuni erano addirittura eccellenti, ben oltre le nostre possibilità. Speravamo di raccogliere più abbonamenti. Ma comunque l'idea delle tessere disegnate in originale è piaciuta. Se volete saperne di più andate su: http://schizzo2009.blogspot.com/ e su http://www.cfapaz.it/20090507240/schizzo/campagna-abbonamenti-2009.html 

Presso il nostro stand, hanno dedicato e disegnato Marco Morandi, Alessandro Fusari e Francesca Follini. E' stato molto gratificante vedere il pubblico cercare gli autori, riconoscerli e omaggiarli di complimenti e apprezzamenti. Ha avuto un notevolissimo riscontro un'altra "nostra" autrice: Anna Merli! Dai cassetti della 24 HIC effettuata nel 2006, abbiamo tirato fuori il suo "Rose". 24 tavole disegnate in 24 ore, come prescrive la 24 HIC. 24 bellissime pagine che sono state graditissime dal pubblico di Lucca. Non solo più di ottanta copie diffuse tra abbonamenti e vendite, ma anche apprezzamenti quasi imbarazzanti di vari autori, come Vittorio Giardino! Anna è già una professionista. Ma il suo arco creativo possiede ancora molte frecce da scoccare... Speriamo di vederne altre con il Cfapaz!

Presso lo stand abbiamo anche mostrato l'OPAC della biblioteca. Per molti addetti ai lavori, il nostro Opac rappresenta ancora un oggetto sconosciuto. (non te lo ricordi? http://www.opac-cfapaz.org ) Abbiamo avuto così l'occasione per alcune dimostrazioni pratiche, che hanno permesso di cogliere l'importanza di questa risorsa utile per la ricerca bibliografica, su cui in questi anni abbiamo molto investito. 

La Self Area questa volta è letteralmente esplosa! La collocazione in un padiglione dedicato ha rappresentato la svolta decisiva, dopo i primi due positivi anni di sperimentazione. Molte più realtà presenti, livello artistico buono e tanto tanto pubblico. Pur con qualche criticità, l'Area è stata valutata molto bene e si può ormai considerare istituzionalizzata. Molto bene anche l'incontro con il pubblico, partecipato e utile nei contenuti. Il successo della Self Area rappresenta una dimostrazione evidente e concreta dei risultati che si possono ottenere facendo gioco di squadra, costruendo percorsi di condivisione, con obiettivi di lungo periodo. Il rapporto con i referenti di Lucca Comics, che hanno intuito le potenzialità di questo spazio e ci hanno chiesto di collaborare, è stato sempre ottimo, schietto e costruttivo. Così come è stato importante per partire l'appoggio organizzativo e creativo di alcune realtà dell'autoproduzione italiana, come Monipodio e I Cani. Risultato finale: uno spazio che funziona ed è valorizzante. E un'area espressiva e artistica finalmente riconosciuta. Con questo biglietto da visita, il Centro Fumetto "Andrea Pazienza" si conferma risorsa a disposizione per azioni concrete per promuovere il fumetto. 

Abbiamo partecipato alla seconda riunione di rete per la realizzazione del Comics Day, progetto per il quale la città di Lucca ha ottenuto un finanziamento di 100.000 € tramite il progetto Italia Creativa, promosso dal Ministero della Gioventà e dall'ANCI. Un progetto ancora da costruire, che offre prospettive interessanti per il settore, ma che deve ancora darsi un metodo di lavoro efficace e coerente, se vuole ottenere risultati concreti. Intanto è stato celebrato il Comics Day "Zero", come hanno detto gli organizzatori, che ha visto esibirsi insieme un centinaio di valenti autori, tra cui la nostra Francesca Follini, che hanno realizzato una lunghissima striscia sceneggiata da Moreno Burattini. 

Ancora da segnalare l'appoggio al Cfapaz assicurato da operatori ed editori. Hanno sottoscritto l'abbonamento autori come Tito Faraci, Antonio Serra, Renati Queirolo... Segnali molto importanti. 

Hanno inoltre effettuato donazioni alla biblioteca i seguenti editori: 001 Edizioni, BD Edizioni, Hazard, Il Grifo, Double Shot, Tunué, Black Velvet, Canicola, Elliot, Coniglio Editore, Bottero Edizioni, Grrrzetic, Fandango.... che ringraziamo sinceramente e calorosamente. Si tratta di apporti significativi sotto due profili: da una parte riconoscono il ruolo d'eccellenza del Cfapaz nell'ambito bibliotecario, a favore di tutto il settore e non solo degli utenti del territorio cremonese. Dall'altro, consentono anche al Centro un notevole risparmio economico. Una sottolineatura speciale va infatti riconosciuta a BD, 001 e Double Shot che ci hanno consegnato pubblicazioni di valore pari a centinaia di euro, dimostrando in modo tangibile piena fiducia nel nostro operato. 

Il bilancio di Lucca Comics non finisce qui. Si è parlato di progetti futuri. Ci sono stati contatti interessanti e promettenti, anche nei giorni successivi. 

Sarete aggiornati in futuro! Intanto preparatevi per le prossime iniziative. Ci attendono la Festa del Torrone e il Salone dello Studente!

Cfapaz  

pic_1977.jpgpic_2033.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 pic_2034.jpg