splash_rosset.jpg

CFAPAZ: POSITIVA PRESENZA A FRANCOFORTE. PDF Stampa

...INTANTO SI AVVICINA LUCCA COMICS...

Presto si vedranno in rete foto e commenti. Ma intanto possiamo anticipare che la partecipazione del Cfapaz alla Fiera del LIbro di Francoforte è stata positiva.La nostra presenza è stata possibile grazie all'iniziativa del Comitato dedicato ai 100 anni del fumetto italiano, che ha raccolto il testimone da Napoli Comicon, ed ha allestito uno stand sufficientemente rappresentativo della multiforme realtà italiana. C'erano editori seriali ed editori di graphic novel, associazioni e saloni del fumetto.

francoginevra.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

E' stato così possibile presentarsi dignitosamente al numerosissimo pubblico della manifestazione, organizzata in modo egregio, soprattutto considerando l'incredibile numero di visitatori, stand e addetti ai lavori presenti. La Buchmesse di Francoforte restituisce l'idea di un'organizzazione eccellente, che oltre a garantire una vetrina a tutti, assicura anche condizioni di benessere ai partecipanti: corridoi larghi, segnaletica chiara, punti ristoro decenti, postazioni internet dovunque, aree per convegni e dibattiti perfettamente in sintonia con gli ambienti, le ispezioni della polizia agli ingressi, compiute in modo veloce, efficace e civile, il pass espositori che vale anche come biglietto per i mezzi pubblici...

Solo il Salone del Libro di Torino si avvicina un poco a questi standard. Il fumetto ha così avuto l'opportunità di presentarsi al pubblico, in modo proporzionato e giusto rispetto al resto dell'editoria mondiale. Il fumetto italiano ha però mostrato una vivacità un po' contenuta rispetto a quello di altri paesi. Molto si consuma.

Ma sempre meno prodotti italiani trovano poi edizioni estere. Occasioni come Francoforte dovrebbero quindi servire per capire come rendere la creatività italiana funzionale ad un mercato sempre più rapido nel perseguire e diffondere l'innovazione. Paradigmatico il padiglione dedicato alla Cina, ospite della manifestazione, che ha ricostruito il percorso storico compiuto dalla stampa a caratteri mobili agli e-books.

Il fumetto italiano è stato presentato in occasione dell'incontro pubblico organizzato dal Comitato per i 100 anni. Sono intervenuti Alfredo Castelli e Marco M. Lupoi, moderati da Matteo Stefanelli. Sono state sottolineate le specifità del prodotto nazionale, alla luce anche del peculiare modello distributivo. L'incontro è stato quindi in linea con il taglio dato alla partecipazione alla Fiera: presentarsi per confrontarsi con il resto del mondo.

E' indubbio quindi che ci sia molto da lavorare. I fumetti maggiormente venduti sono legati agli standard imposti dalla distribuzione in edicola. Diventa quindi più problematico perseguire l'innovazione necessaria sia per dare più scelta ai lettori, sia per valorizzare molto meglio le potenzialità dei nostri autori.

Il Cfapaz ha potuto mostrare, al pari degli altri, sia le proprie produzioni a favore degli autori emegenti che l'attività di promozione complessiva. Ci sono stati incontri anche con autori e addetti ai lavori. Dunque, una partecipazione positiva, in preparazione della prossima Angouléme, dove il Centro Fumetto "Andrea Pazienza" tornerà ad essere presente con un proprio stand, dopo dieci anni di assenza. Fervono anche i preparativi per Lucca! Diamo qualche piccola anticipazione, su cui torneremo nei prossimi giorni!

Sicura l'uscita del secondo Gaki di Morandi e Cancellieri: in consegna proprio oggi le tavole definitive. In arrivo anche il terzo Randoph Reed di Fusari, già consegnato e già in tipografia. Per contenere le spese, entrambi gli albi saranno spillati. Ma avranno anche una considerevole riduzione di prezzo. Infine... una nuova collana... si chiamerà Cartigli... A presto...

Cfapaz