splash_reviati.jpg

7 NOTE AD ARTSHOT CREMA, DAL 18 AL 21 GIUGNO PDF Stampa
7notecremalogoChiostri Teatro San Domenico Crema
Spazio_Tempo_Loop
Fase 1
a cura di Michele Basso e Silvia Scaravaggi
presso i Chiostri Teatro San Domenico
Inaugurazione giovedì 18 giugno ore 18
18 -- 21 giugno 2009

Stoà PoikileRisonanza
A cura di Francesca Rizzardi e Nicola Bizzarro
presso i Chiostri Teatro San Domenico

Inaugurazione giovedì 18 giugno ore 18
Aperitivo con concerto musica classica sabato 20 giugno ore 17.00
18 -- 21 giugno 2009

Di pancia -- Ordine e caos
A cura di Letizia Bellini e Marco Torriani
presso le vie e le piazze di Crema
sabato 20 giugno ore 21.00

Nell'ambito di Pianeta Giovani, progetto finanziato dalla Regione Lombardia e che vede come capofila il Comune di Cremona, nasce 7 note, percorso culturale promosso dal Centro Fumetto "Andrea Pazienza" per giovani artisti, finalizzato alla realizzazione di una rassegna artistico-musicale e collegato ad una pubblicazione periodica di carattere promozionale e di approfondimento culturale. Non una grande ed unica mostra ma una serie di iniziative che circuiteranno in più luoghi.
Il progetto prevede sette percorsi creativi (le note) che collegano un genere musicale (Jazz, classica, electro, punk, funk, cantautorato, industrialpost-rock) a un linguaggio artistico (pittura, scrittura, video, fotografia, fumetto, performance, installazioniarti plastiche) ideati da giovani artisti con il contributo di giovani curatori.

Spazio_Tempo_Loop
Fase 1


L'Installazione site specific rappresenta la prima tappa di un percorso creativo orientato alla creazione di un ambiente sonoro interattivo, in cui la dimensione visiva e plastica dell'installazione dialoga con la cultura delle sonorità industrial.
Le opere delle giovani artiste Elena De Prezzo e Margherita Martinelli, accomunate da alcuni temi centrali nella loro ricerca - memoria, scrittura, ripetizione, accumulo, uso concettuale di materiali e forme -, interagiranno con i soundscapes dell'ensemble Mt Piezein Circle, creando un territorio di sperimentazione per la visione e l'ascolto.
Prende avvio in questa occasione una ricerca artistica sul concetto di modulo e di ripetizione, che proseguirà nelle diverse tappe del percorso di sperimentazione del progetto 7note. Il chiostro è il luogo privilegiato dell'indagine creativa, racchiudendo in sé alcuni elementi chiave
della spazialità - la colonna, il quadrato che ne delimita il perimetro, il centro verso cui ci si orienta -- e della temporalità -- la scansione ritmica degli archi, la circolarità del passaggio.
Elena De Prezzo presenterà un'opera concettuale e simbolica, in cui forme e materiali selezionati interpretano lo spazio nelle sue unità fondamentali, la colonna, il cerchio e il quadrato, avviando un'indagine strettamente personale di archetipi e significati primigeni, attraverso cui rispondere alle sollecitazioni del presente.
Margherita Martinelli darà avvio al proprio percorso creativo presentando una selezione di "scatole parlanti", depositarie di una memoria fatta di ricordi, storie, vicissitudini che costituiranno i primi nuclei di una costellazione che abiterà lo spazio, componendo un bosco di memorie che parlano.
Mt Piezein Circle interverrà sulle opere in maniera insolitamente discreta; l'integrazione prenderà la forma del nastro (autentica rappresentazione del ricordoappunto sonoro), la fruizione avverrà per mezzo di cuffie (medium apparentemente debole a livello massificante, ma estremamente efficace sull'individuo). Un incipit intimista, dedicato alle generazioni che vivono l'obsolescenza dell'analogico, del palpabile. Il Circolo diffonderà a bruciapelo rumori e suoni appartenenti al quotidiano (quello che tutti hanno paura di chiamare routine), icone catatoniche di un tempo che in realtà non ha mai avuto nè inizio nè fine. Il suo trascorrere è solamente una percezione; la sua reale condanna consiste nella cristallizzazione, intrappolato com'è nella perpetua ripetizione = imitazione del movimento che l'ufficialità costringe a identificare con il nome di vita. Elemento cardine di questo work in progress è un pubblico nuovo, attivo, che sia attratto e incuriosito, ma allo stesso tempo informato e partecipe della creazione.

Stoà PoikileRisonanza

Una riflessione sulla tecnica pittorica, sulle sue origini, sugli elementi che ne hanno distinto la funzione nel corso della storia dell'arte e sui luoghi da sempre destinati ad accoglierla. Stoà Poikile, il portico dipinto, un luogo destinato alla committenza pittorica, alla sua ispirazione, allo scambio, al dialogo. Gli artisti Rocio Perez Vallejo e Marco Anzani vogliono sacralizzare territori, dare vita a nuovi miti e rituali.
Il gruppo "classica" intende raccogliere l'eredità di alcune significative esperienze musicali del secondo Novecento per allestire e sviluppare un percorso musicale comune. Il risultato previsto per tale percorso non è un'opera, né un programma di concerto, quanto piuttosto un dialogo musicale permanente, in cui gli stimoli proposti da ogni componente del gruppo siano costantemente rielaborati, messi in relazione (o fatti collidere) con altri materiali, senza la necessità di arrivare a stabilire un punto fermo.

I musicisti

L'ensemble di musicisti che hanno aderito al progetto è composto da giovani interpreti e compositori provenienti da un duplice percorso di formazione musicale: Luisa Santacesaria, Luigi Accordo, Pierre Junod, Mauro Saleri, Alberto Napoli, Valentina Bertolani e Riccardo Invernizzi hanno infatti compiuto, o stanno compiendo, studi di strumento presso diversi conservatori e master class e studi teorici condotti presso la Facoltà di Musicologia di Cremona. Da ciò deriva un approccio al fenomeno musicale che accompagna la creazione e l'esecuzione di eventi musicali (non solo opere di repertorio, ma anche composizioni originali o realizzazioni improvvisative estemporanee) alla riflessione sul concetto stesso di musica, sull'opportunità di un'espressione che si collochi nel solco della cosiddetta "musica d'arte" e sulle suggestioni che a questa possono derivare dal confronto con altri generi musicali ed altre esperienze artistiche. Il lavoro fin qui svolto è quindi a sua volta doppiamente orientato: verso la produzione di musica originale e verso la speculazione e la presentazione al pubblico di forme di ascolto e di elaborazione del messaggio musicale più approfondite e consapevoli.

Di pancia -- Ordine e caos

Di PanciaOrdine-Caos è una performance dinamica che prevede l'interazione tra una attrice, una danzatrice ed un quartetto funky (sax, chitarra, basso e batteria) che si inseguiranno in un gioco sospeso tra improvvisazione e scrittura intorno a due tematiche contrapposte e complementari: l'imprevedibilità e la pianificazione.
Il tema del lavoro teatrale sarà "di pancia" mentre quello del gruppo funk sarà "ordine e caos"; questi due differenti spunti troveranno nella performance il loro punto di coesione in una espressività istintiva e viscerale che però non può prescindere dalla razionalità del pensiero; si assisterà, quindi, ad un gioco di rimbalzi tra scrittura ed improvvisazione.
Degna di nota è scelta consapevole da parte dei curatori di ricercare e dare un'occasione per esprimersi ed interagire ad artisti caratterizzati dalla giovane eta'.
Entrambi i curatori non interpretano infatti il proprio ruolo come padroni di uno strumento ma si ritengono invece possibili accompagnatori, facilitatori ed eventualmente propulsori di un evento artistico già in forme nei giovani artisti.
I ragazzi, anche se poco più che maggiorenni, riescono a padroneggiare sia la loro innata spregiudicatezza espressiva che un linguaggio volutamente organizzato e progettuale, facendo ben emergere le proprie emozioni, forse ancora nitide, non offuscate da percorsi artistici precostituiti.
Temi centrali della rappresentazione derivano da uno stimolo proveniente dal contesto della società in cui si trovano: l'importanza del respiro come immagine di vita, la paura e la realtà dell'omologazione, sentita dagli stessi giovani come molto comune tra i coetanei, la necessità e la difficoltà per una vera realizzazione personale nell'ambito della società.
Le artiste della sezione teatro, in un continuo processo di scambio, reciprocità ed interazione con la musica e le 'regole' del funk, saranno veicolatrici, attraverso brevi strutture narrative, delle proprie stesse idee ed emozioni e non semplici media, utilizzando linguaggi del racconto e della danza, fusi con l' improvvisazione.
Convergono allora gli intenti artistici dei curatori sulla base di una comunicazione diretta e sincera con gli artisti in un "caos" di visioni, versioni e punti di vista che si ricompongono lungo lo svilupparsi della performance nei diversi appuntamenti che si stanno progettando.
La performance si avvale della collaborazione del M° Ruben Gardella (Bangarang!, Bugo, Giorgio Canali, Matra, Conte Zero, Laboratorio Tazebau) alla batteria.

Andrea Socci
Chitarrista del progetto SuperFunkyBross; nel 2005 ha partecipato alla band "Il canzoniere" presso la scuola di musica Monteverdi , sotto la direttiva di Fabrizio Trullu.
Ha collaborato con: ArtShot, Umbrià Jazz, Alice nelle Città e Circolo Lodi Arte "la Casotta".

Marco Doldi
Bassista della Jazz band Dolcevita Zen Shot, del gruppo Super Funky Bross e del trio Moonlight Muffin' Mite; partecipa alle attività della band diretta dal M° Fabrizio Trullu.
Ha collaborato con: ArtShot, Umbrià Jazz, Alice nelle Città e Circolo Lodi Arte "la Casotta".

Francesco Severgnini
Sassofonista della band Dolce Vita Zen Shot e della Jazz band diretta dal M° Fabrizio Trullu. Ha collaborato con: ArtShot, Umbrià Jazz.

Giulia Giust
Ballerina di nascita ed artista a tutto campo per vocazione.

Martina Regis
Una scoperta di talento che si farà notare sulla scena locale nei prossimi anni, una mente aperta ad ogni stimolo artistico.

INFORMAZIONI:
Sedi e orari:
Spazio_Tempo_Loop
Stoà PoikileRisonanza
Presso Chiostri Teatro San Domenico - Via Verdelli, 6 - 26013 CREMA (CR)
giovedì 18 giugno 18.00-22.00  venerdì 19 giugno 16.00-18.00 e 20.00-22.00
sabato 20 e domenica 21 giugno 10.00-12.00 e 16.00-18.00 e 20.00-22.00
Stoà PoikileRisonanza
Concerto si musica classica presso i chiostri di S.Domenico
Sabato 20 giugno dalle ore 17.00 alle ore 18.00
Di pancia -- Ordine e caos
Presso vie e piazze cittadine
sabato 20 dalle ore 21.00

Ingresso: Libero

Informazioni:
Attraversarte - Servizio Politiche Giovanili del Comune di Cremona
Tel. 0372-407785  Fax. 0372-407320
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Artshot - Consulta dei Giovani Crema c/o Ufficio Orientagiovani Crema
Via Civerchi, 9
www.consultagiovanicrema.it
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Associazione Culturale Tazebau
www.tazebau.it
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

pdf 7 Note Artshot 589.75 Kb