splash_decarli.jpg

FUSIGNANO: RESTAURATO E NUOVAMENTE VISITABILE IL BUSTO DEDICATO A ZANARDI! PDF Stampa

E’ tornato a casa, silenzioso e raccolto nel verde del piccolo Parco Piancastelli di Fusignano. E’ il busto di Zanardi, il leggendario personaggio uscito dalla mano di Andrea Pazienza, che era stato stoltamente deturpato nello scorso autunno.
Dopo un paziente e delicato lavoro di restauro, da oggi, l’opera è visibile nella sua collocazione e struttura originaria.

Busto di zanardi

Realizzato da Luca Tarlazzi e da Stefano Trentini, il busto, venne inaugurato il 23 aprile del 1994 durante l’ esposizione dedicata alle opere di Pazienza negli spazi del centro culturale Il Granaio di Fusignano. L’opera, realizzata in vetroresina e materiali sintetici venne presentata in un clima di grande affetto e commozione, anche come ricordo di una stagione straordinaria che vide in quegli anni al Granaio esposizioni e presenze di assoluto valore verso artisti come Milo Manara, Magnus, Bonvi, Tanino Liberatore, Giorgio Gavazzano, Altan, Sergio Staino e tanti altri.

Ma forse, Pazienza aveva, allora -come oggi- una nota esistenziale in più, che abbinava quella straordinaria capacità nel disegno e nel fumetto ad una vocazione narrativa unica.
La morte, drammatica ed improvvisa nella notte del 16 giugno 1988, ne fece realmente una leggenda.

Il piccolo parco fusignanese con questo suo omaggio particolare, alla fine degli anni ’90 divenne meta di tanti giovani che qui si raccoglievano e si incontravano nel nome dell’arte e di uno dei grandi artisti dell’arte popolare.
Ora, grazie ad un aiuto di alcuni amici ed appassionati di Pazienza e del fumetto, l’opera, restaurata è di nuovo visibile ai nostri occhi.