splash_nicoz.jpg

Il CFAPAZ dopo Lucca Comics: Bilancio e considerazioni PDF Stampa
Abbiamo vissuto una delle Lucca Comics

più importanti degli ultimi anni

Senza dubbio, il premio che la giuria ci ha riconosciuto, Migliore iniziativa editoriale per la collana Schizzo Presenta, (e che ha suscitato commenti veramente belli da parte di molti di voi) rappresenta un riconoscimento forte e pesante del nostro lavoro e della qualità degli autori pubblicati. Un bell'incoraggiamento a proseguire, nonostante le crescenti difficoltà redazionali e distributive sofferte. I contatti e gli incontri avuti sono stati fecondi e positivi. Nei prossimi mesi ci vedrete collaborare con Romics, Napoli Comicon (come sempre) e forse anche presenti al Salone del Libro di Torino. Abbiamo visionato lavori e autori interessanti per i prossimi Schizzo Presenta. E in pole position c'è un interessante progetto di Manuel De Carli. Positiva l'accoglienza ottenuta dal nostro Alessandro Fusari con "Gaudeamus Igitur" (che rientra nei programma di abbonamento 2005 e che vi spediremo al più presto), che inaugura la nuova collana Collezione 100% Schizzo (citazione esplicita della quasi omonima collana della Panini Comics). La nuova collana vedrà all'opera i nostri migliori talenti locali. E il 2006 dovrebbe essere il turno della promettentissima Francesca Follini. Lucca Comics è una manifestazione in miglioramento. Bene allestite e interessanti le mostre presso l'auditorium di San Romano. Piacevoli i nuovi allestimenti del Museo del Fumetto. Ottimo lo spazio Lucca Junior e maggiore ordine nell'accesso alla manifestazione. L'organizzazione si è dimostrata più preparata degli anni scorsi anche se non sono mancati alcuni pesanti disagi causati dalle tensostrutture, non sempre all'altezza. La condensa ha dannegiato alcuni stand e le forti piogge dell'ultimo giorno hanno mostrato i punti deboli dell'allestimento. Lucca Comics, tramite i suoi principali responsabili Renato Genovese (Direttore), Giovanni Russo (Comics), Emanuele Vietina (Games), Lorenzo Azzi (Presidente) ha tra l'altro organizzato un incontro aperto a tutti glli espositori in fiera. Da un lato un positivo segnale di disponibilità a confrontarsi con il settore. Dall'altro un'occasione per constatare l'arretratezza cronica del mondo del fumetto. Infatti, non si è riusciti ad andare molto più in là di alcune giuste rimostranze sui pessimi servizi igienici e sui problemi delle tensotrutture. Sono stati solo sfiorati i veri temi generali: lo sviluppo della manifestazione, la coesistenza tra comics e games, come sfruttare Lucca per fornire occasioni di crescita per il settore. E' giusto fare notare che il settore Games si sta dimostrando più avanti di quello del fumetto. Si sta costituendo un'associazione di editori ed espositori di giochi di ruolo. Questa associazione diventerà un interlocutore autorevole e credibile per Lucca e non solo. Nel settore del fumetto, invece, un minimo di coordinamento tra espositori sembra impossibile. Sono tutti pronti a protestare singolarmente se piove dentro lo stand e chiedere un risarcimento, ma quasi nessuno vuole discutere dei veri problemi di fondo facendosi valere come soggetto collettivo. Ancora per troppi addetti ai lavori, Lucca rappresenta un'occasione di facile ed immediato guadagno. E anche l'atteggiamento dei cittadini lucchesi (vedasi i prezzi degli alberghi che toccano il massimo nei SOLI giorni di Lucca Comics & Games...!) è spia di una, ehm ehm, certa "avidità". Ci permettiamo di incoraggiare gli organizzatori della manifestazione a proseguire sulla strada avviata, in modo che al centro non ci siano solo i prodotti ma anche gli autori e le loro opere. Sotto questo profilo, ottimo lo spazio Showcase e il concorso Project Contest. Soprattutto, sarà fondamentale trovare i giusti spazi per i settori del fumetto e del gioco. Dividere in due la manifestazione? Molti lo chiedono. Altrettanti sono contrari. Senza dubbio, il voler gestire in quattro giorni all'anno 50.000 presenze, su un'area di volta in volta attrezzata rischia di essere una sfida impossibile da vincere sino in fondo. E su questo occorre riflettere, affinchè Lucca non sia solo una macchina per fare soldi ma anche un'occasione di reale sviluppo per tutto il settore (anzi per entrambi i settori). Per gli interessati, il sito della manifestazione offre immagini e ulteriori omunicati stampa da scaricare:
http://www.luccacomicsandgames.com/05/default.asp